I miei emendamenti al bilancio regionale

I miei emendamenti al bilancio regionale

Più risorse per le infrastrutture e la sanità della provincia di Mantova, ma anche per l’ambiente e la formazione professionale. Sono questi, in breve, i temi delle richieste che ho presentato negli emendamenti al bilancio regionale e ordini del giorno al bilancio regionale di previsione, che oggi abbiamo iniziato a discutere in Consiglio. 

Ho chiesto che nel bilancio vengano inserite le risorse necessarie per provvedere a importanti infrastrutture per il nostro territorio. Ho sottolineato come i territori di Mantova e Cremona, in particolare, siano carenti di infrastrutture e necessitino investimenti e pianificazione per consentire lo sviluppo economico; ho chiesto, quindi, un patto di territorio e risorse certe già da questo bilancio per mettere a cantiere tutti quei progetti già inseriti nell’accordo quadro di sviluppo del territorio. Inoltre, ho chiesto di stanziare 10 milioni di euro per il completamento della Po.pe e della Gronda Nord, 2 milioni per il ponte di Casalmaggiore.

Sul capitolo Sanità, invece, ho richiesto alla Giunta di inserire 1,6 milioni di euro per la risonanza magnetica dell’ospedale di Mantova e altrettante risorse per la risonanza a Pieve di Coriano, oltre a 400.000 euro per il reparto riabilitazione di Bozzolo e 500.000 euro per la Tac all’ospedale di Asola.

Inoltre, ho chiesto di inserire 3 milioni di euro al fine di garantire le risorse necessarie per permettere ai centri di istruzione e formazione professionale di programmare la propria attività didattica, con l’intento di offrire un’adeguata offerta formativa per gli studenti lombardi. In tema, ambientale, invece, il filo conduttore è legato ai temi dei rifiuti e del cambiamento climatico, su cui la politica deve essere lungimirante. Ho chiesto 1 milione di euro per il contratto di fiume per il Mincio allo scopo di migliorare la qualità delle acque; 4 milioni di euro da utilizzare per incentivi all’acquisto di veicoli elettrici e per sostituire veicoli privati inquinanti; 3 milioni per favorire interventi di forestazione urbana; 500.000 euro per i Comuni che si dotano di un vero e proprio “Piano Clima”, che individui le caratteristiche peculiari dei territori e della conformazione spaziale delle città, le vulnerabilità e le relative misure di intervento volte all’adattamento climatico.

Con i miei emendamenti ho chiesto 5 milioni di euro le risorse per il Fondo regionale per interventi di bonifica ambientale, destinati a 187 siti contaminati, per i quali non risultano interventi di bonifica in corso, e 110 siti potenzialmente contaminati. Infine, ho chiesto di stanziare risorse per la ciclabile Mantova-Governolo e il collegamento con la ciclovia VenTo.

Share: