La Regione deve stanziare i fondi per il ponte di Casalmaggiore

La Regione deve stanziare i fondi per il ponte di Casalmaggiore

Riattivare i contatti con l’Emilia Romagna per seguire da vicino i lavori di ripristino della sicurezza del ponte di Casalmaggiore per arrivare a una riapertura in tempi brevi e prevedere, da parte di Regione Lombardia, insieme all’Emilia Romagna e al Governo, le risorse per la progettazione di un nuovo ponte.

E’ questa la richiesta che ho presentato nell’interpellanza alla giunta regionale sul Ponte di Casalmaggiore, firmata insieme ai colleghi consiglieri regionali Matteo Piloni (PD) e Niccolò Carretta (Civici lombardi europeisti).

Grazie al Governo Gentiloni si sono recuperate risorse economiche importanti per affrontare l’emergenza e la Provincia di Parma sta predisponendo i lavori per avviare la gara nel mese di giugno con l’obiettivo di riaprire il ponte nella primavera del prossimo anno.

Tali lavori hanno però fatto emergere la forte criticità in cui versa il Ponte e, di conseguenza, la necessità di costruirne uno nuovo.

Per questo abbiamo ritenuto indispensabile muoverci nei confronti della Regione per chiedere che ci sia da subito l’attenzione necessaria per accelerare i tempi per far fronte ad una situazione seria e critica in cui versa il territorio casalasco.

Una richiesta di attenzione che deriva anche dalla recente scelta della Regione di non dare corso al protocollo sottoscritto con Anas nel marzo del 2017, le cui conseguenze potrebbero ricadere negativamente anche sul Ponte se la Regione non chiarisce subito le sue intenzioni.

A tal proposito chiediamo quindi che la Regione metta quelle risorse che non ha messo per i lavori di rifacimento del Ponte direttamente per il progetto del nuovo ponte, indispensabile per ripristinare i collegamenti ad un territorio, quello casalasco, fortemente penalizzato in questi mesi.”

Share: