Newsletter n. 8/2019

Newsletter n. 8/2019

Un mondo migliore

Cara amica, caro amico,

il 15 marzo molti di noi hanno partecipato a un evento epocale, raccogliendo l’invito dei giovani di tutto il mondo a scendere in piazza e unirci in un grido di allarme per la salute del nostro pianeta e, quindi, per il nostro futuro. Lo sciopero mondiale per il clima ha acceso le coscienze di molti sui pericoli del cambiamento climatico. Tuttavia, l’amministrazione di centrodestra della Regione Lombardia resta sorda.

Vedere centinaia di migliaia di ragazzi scendere in piazza con passione e coraggio è stata una boccata d’ossigeno. Speriamo che la determinazione dimostrata dai più giovani possa infondere un po’ di coraggio e di buonsenso anche nel governo della nostra Regione, che su questo tema è colpevolmente fermo.

Noi del Gruppo PD, nei mesi scorsi, abbiamo studiato una buona proposta per il contrasto al cambiamento climatico, con un pacchetto di interventi ragionati e attuali. Una proposta sicuramente molto più coraggiosa di quella presentata dalla Giunta che è stata bocciata a causa della maggioranza stessa, andata sotto in consiglio regionale. Ora ci auguriamo che si possa ripartire, in fretta, dal lavoro del PD per giungere a una risoluzione davvero efficace.

Nelle ultime settimane abbiamo, poi, inaugurato un nuovo corso nel nostro partito, che speriamo dia vita ad una fase positiva e di ritrovata unione. I miei migliori auguri di buon lavoro, dunque, al Segretario Nicola Zingaretti. Ed ecco che una prima importante sfida ci si prospetta già tra pochi giorni. Alle amministrative sarà importante lavorare compatti al fianco dei nostri candidati.

Treni: emergenza senza fine
Due giorni consecutivi di disservizi, il 3 e 4 aprile, sul treno delle 6.41 per Milano, uno dei più utilizzati da centinaia di pendolari. Il primo giorno, ritardo di 40 minuti, mentre il secondo Trenord ha soppresso il treno lasciando i pendolari abbandonati a sé stessi. Grave il disservizio e grave la mancanza di comunicazione.
Inutile sbandierare miglioramenti sulla puntualità, quando la realtà dei fatti è questa. Sto facendo un’interrogazione all’Assessore Regionale in merito (Leggi di più). Come ormai sapete, la situazione del sistema ferroviario lombardo e, in particolare, il penoso servizio in provincia di Mantova, mi preoccupano e mi vedono particolarmente impegnata. Il 9 marzo ho organizzato a Mantova un convegno (di cui potete leggere qui i contenuti e le proposte) per cercare delle soluzioni: bisogna intervenire sulla governance di Trenord, avviando una gara europea per la gestione e garantendo fondi adeguati.

Alloggi Aler
La situazione della domanda di alloggi popolari in provincia di Mantova, e in particolare nel capoluogo, si presenta critica. L’ultimo bando ha visto 685 domande per soli 50 alloggi. Ho, quindi, presentato un’interrogazione per conoscere quale sia la situazione degli alloggi SAP sfitti perché in attesa di manutenzione e se non sia il caso di destinare ulteriori contributi all’Aler per gli interventi agli alloggi nella nostra provincia. L’obiettivo deve essere metterli a disposizione il prima possibile.

Certificati di invalidità gratis
Per la legge i certificati di invalidità dovrebbero essere rilasciati gratis, ma non per i cittadini lombardi, che li pagano fino a 150 euro. Una vera e propria ingiustizia. A sollevare la questione nel Consiglio Regionale della Lombardia siamo stati noi del Gruppo PD Lombardia. Abbiamo chiesto all’Assessore Gallera di intervenire e abbiamo ottenuto l’impegno a stipulare un accordo con i sindacati dei medici come quello che, a suo tempo, fu fatto per ottenere la gratuità dei vaccini. Il nostro obiettivo era quello di dare soluzione a una questione che pesa su tante famiglie, sollevandole da costi e disagi, in termini di burocrazia e spostamenti. Speriamo di esserci avvicinati un po’. Approfondisci

Contenimento nutrie
Servono chiarimenti sul progetto sperimentale di abbattimento delle nutrie con l’ausilio dei trapper che sarebbe in corso nei comuni della Bassa Bresciana; un progetto relativo a un bando da 100.000 euro che ci ha spinto a presentare un’interrogazione all’assessore Rolfi. Secondo quanto riportato dalla stampa, un funzionario di Regione Lombardia si sarebbe già recato in Louisiana per studiare tecnicamente questo modello di cacciatore esploratore professionista che in provincia di Cremona, ricordo, è già stato sperimentato con risultati a dir poco fallimentari. Vogliamo avere chiarimenti sui costi e i contenuti di questo progetto, che si preannuncia un altro buco nell’acqua. Leggi di più

Grande Mantova
Per la Grande Mantova è necessario un percorso di condivisione con i cittadini e i Comuni.
Per questo ho votato per non passare all’esame gli articoli del progetto di legge sull’istituzione del Comune della Grande Mantova con la fusione dei Comuni di Mantova, Borgo Virgilio, Curtatone, Porto Mantovano e San Giorgio di Mantova. Il mio non è un “no” al progetto della Grande Mantova, ma un “no” al percorso fin qui seguito, che non ha visto una condivisione con i cittadini e con i sindaci.  Ad oggi non ci sono le condizioni per valutare il progetto, mancano dati precisi sui costi e i benefici dell’operazione, dati che è necessario analizzare e far conoscere ai cittadini prima del referendum consultivo. L’obiettivo ora è far ripartire il progetto, avviando uno studio con i Comuni coinvolti e con la Regione per chiarire i termini dell’intervento e le sue ricadute sul territorio.

Amianto
Abbiamo sollecitato la Giunta a lanciare i bandi per la rimozione dell’amianto e – una buona notizia – abbiamo ottenuto che entro luglio venga aperto un bando per gli edifici privati. Tuttavia, la Giunta resta ancora molto carente su questo tema. Il Piano Amianto è scaduto da ben 2 anni. C’è bisogno di procedere alla stesura del nuovo piano e di dar corso ai bandi. Leggi di più

Acqua Pubblica
In nome di facili slogan sull’acqua pubblica, i 5 Stelle hanno portato in commissione un progetto di legge (ricalcato su quello nazionale) chiaramente “fuori legge” perché la materia, come è ovvio, non è di competenza regionale. Basta farsi pubblicità gridando slogan inutili! I problemi sono altri, come cercare di far ripartire gli investimenti per rispondere alle infrazioni comunitarie ancora aperte, che potrebbero comportare multe pesanti per le nostre comunità. Approfondisci

Orti sociali
Sono state pubblicate le graduatorie per la realizzazione degli Orti di Lombardia e, grazie a un nostro emendamento, sono stati ammessi circa 30 progetti che rischiavano di rimanere tagliati fuori e che, quindi, potranno essere avviati. L’emendamento è stato approvato all’unanimità e ha permesso di sostenere un ulteriore 43% di domande presentate, portando da 64 a 92 le domande complessivamente finanziate, di cui 2 in provincia di Mantova: a San Giorgio di Mantova e ad Asola.
In totale, le domande ammesse al finanziamento sono state 97 e quelle finanziate 92.
Purtroppo, a causa dell’esaurimento delle risorse, cinque scuole sono rimaste escluse. Per includerle, basterebbero solo altri 2700 euro, una cifra ridicola per la Regione Lombardia. Scriveremo per fare in modo che anche questo scuole possano essere ammesse.
Illeciti nella gestione dei rifiuti
Il primo obiettivo che dovrà darsi la Commissione d’inchiesta istituita alcuni giorni fa in Regione è fare luce sugli illeciti nelle attività di gestione dei rifiuti. Auguro buon lavoro al presidente Carretta e a tutto l’ufficio di presidenza.  A seguito del susseguirsi e moltiplicarsi degli incendi nei siti di stoccaggio, recupero e smaltimento dei rifiuti (60 tra il 2015 e il 2018),  la necessità è quella di tenere alta l’attenzione sul tema. Per la Commissione sarà, quindi, prioritario indagare sulle attività illegali che aumentano a causa dei minori controlli. Ho presentato un’interrogazione in cui chiedo alla giunta di promuovere, con le prefetture, protocolli istitutivi dei ‘nuclei ambiente’ sul modello di quello costituito a Pavia, che ha consentito di censire siti a rischio di stoccaggio illegale e  accertare diverse violazioni nella gestione dei rifiuti.

Risoluzione UE
Dopo due anni, la Regione Lombardia torna ad approvare la risoluzione europea, che è il nostro contributo alla legislazione comunitaria. Portiamo a casa il sostegno a politiche ambientali, al lavoro femminile, alla partecipazione alla costruzione della politica europea e quindi, nei fatti, al consolidamento dell’Unione. Non secondario è il fatto che, proprio su iniziativa della Lega, si sia inserita una critica ai Paesi di Visegrad per il loro rifiuto a contribuire alla ripartizione dei migranti. A Roma la Lega ostenta il sovranismo, ma in Lombardia si rende conto di come l’Europa sia l’unica prospettiva reale di sviluppo. Leggi il testo 

Riforma Vitalizi
In merito alle dichiarazioni di esponenti del Governo appartenenti al Movimento Cinque Stelle sulla prossima riforma dei vitalizi dei consiglieri regionali è necessario precisare alcune cose.
L’accordo raggiunto in conferenza Stato-Regioni è molto importante, ma in Lombardia siamo già più avanti perché dal 2013 i vitalizi per i consiglieri regionali non esistono più e da più di quattro anni anche chi li aveva maturati in precedenza ha avuto un taglio di circa il 10%. A questo risultato si è giunti grazie al fatto che nel 2011 il Pd, con l’allora consigliere Maurizio Martina, per primo propose di tagliare i vitalizi e di rivedere una serie di componenti del trattamento economico dei consiglieri regionali. Dopo non poche resistenze, si arrivò alla condivisione tra tutte le forze politiche di una riforma più netta di quella proposta oggi in Conferenza Stato-Regioni.

Tav
La posizione ideologica che il Governo si ostina a tenere sulle infrastrutture sta danneggiando, giorno dopo giorno, tutto il Nord e la Lombardia in particolare. Nella nostra regione ci sono cantieri bloccati per 2,7 miliardi, con l’alta velocità ferroviaria tra Brescia e Verona e l’autostrada Cremona-Mantova. Dopo 17 anni stiamo ancora aspettando che Regione Lombardia ci dica se la Cremona-Mantova si farà. Nei mesi scorsi è stato ripreso il tema e il presidente Fontana si è assunto l’impegno di dare delle risposte definitive, con tempi e investimenti certi, entro luglio. Dobbiamo aspettarci che le contraddizioni di questo Governo facciano ulteriormente slittare i tempi?

Fanghi da depurazione
Siamo finalmente arrivati all’approvazione in Commissione della risoluzione sui fanghi da depurazione, frutto di un tavolo richiesto proprio dal PD in seguito all’emergenza che si era aperta la scorsa estate. Abbiamo promosso il principio che, in un’ottica di economia circolare, il riutilizzo e la valorizzazione dei fanghi di depurazione di alta qualità in agricoltura rappresenta un’opportunità di recupero per il suolo di elementi nutritivi quali azoto e fosforo, senza dover attingere all’impiego di fertilizzanti chimici. Ma le opportunità di riutilizzo in agricoltura devono necessariamente essere valutate in un quadro di regole certe e stringenti, che assicurino il rispetto di parametri di qualità e di purezza, impedendo, come peraltro espressamente previsto dalla direttiva europea di riferimento, effetti nocivi sul suolo, sulla vegetazione, sugli animali e sull’uomo.

Bandi di sostegno al reddito
E’ sbagliata la decisione di Regione Lombardia di ricorrere in Cassazione contro la sentenza della Corte d’appello di Milano che ha decretato come illegittimi (perché discriminatori) i criteri di ammissione al bonus bebè. Il provvedimento è evidentemente discriminatorio. Inutile perdere altro tempo. Leggi di più

Bus studenti dirottato
Terribile il caso del bus di studenti dirottato dall’autista, che ci ha colpiti tutti profondamente e che ha anche aperto molte domande… Oggi nessuno comunica alle aziende di trasporto se un loro dipendente, dopo l’assunzione, ha problemi con la legge. Per questo, abbiamo depositato una risoluzione urgente per chiedere alla Giunta di attivarsi presso il Governo affinché sia tempestivamente garantito lo scambio di informazioni in questo senso e venga garantito che le aziende siano in grado di controllare lo stato di eventuale dipendenza da sostanze psico-alteranti che potrebbero mettere in pericolo gli utenti.

Autismo
Il 2 aprile è stata la Giornata Mondiale per la consapevolezza sull’Autismo. Mi sto impegnando per garantire maggiori diritti alle famiglie e sostegno alle terapie. Purtroppo in Lombardia ancora molte misure restano sperimentali. Stiamo promuovendo una serie di audizioni in Commissione Sanità per ascoltare molte delle associazioni impegnate in questo campo, raccogliere le loro istanze e giungere a una proposta di legge adeguata da portare in consiglio regionale.

FOCUS

Preoccupa, nel breve e nel lungo periodo, la carenza di medici all’Ospedale Carlo Poma. Dobbiamo capire perché l’ospedale di Mantova non è attrattivo e perché tanti professionisti hanno scelto il settore privato. Approfondisci

BONUS ASSISTENTI FAMIGLIARI
Il Bonus “Assistenti Familiari” è finalizzato a diminuire il carico oneroso delle spese previdenziali e a garantire alle famiglie maggiormente vulnerabili con presenza di componenti fragili, la possibilità di accedere alle prestazioni di assistenti familiari qualificati e con forme contrattuali e condizioni lavorative in linea con la normativa di settore.
SCADENZA: presentazione domande dal 10/04/2019
LINK: http://bit.ly/2IlTHFK

LOMBARDI ALL’ESTERO
Progetti di associazioni ed enti a sostegno dei lombardi emigrati all’estero e delle loro famiglie
SCADENZA: 30/05/2019
LINK: http://bit.ly/2Gevuxz

RETE EROGAZIONE METANO
L’iniziativa è diretta alle micro, piccole e medie imprese, operanti nel settore della distribuzione dei carburanti e che intendano realizzare impianti ad uso pubblico di erogazione del metano in forma liquida (GNL).
SCADENZA: 04/06/2019
LINK: http://bit.ly/2Xi8gNX

FONDO SOSTEGNO IMPRESE COOPERATIVE
Con il bando si finanziano le imprese cooperative (ivi inclusi i Circoli Cooperativi e le Cooperative di comunità), le Cooperative Sociali e i loro consorzi, regolarmente iscritte nel registro delle imprese  e nell’albo delle cooperative con almeno una sede operativa attiva in Lombardia.
SCADENZA: 31/12/2021
LINK: http://bit.ly/2Ze6M9e

NUOVI CRITERI PER IL RICONOSCIMENTO DI ATTIVITA’ STORICA E DI TRADIZIONE
Il requisito di anzianità passa da 50 anni a 40 anni, con la previsione dell’insegna storica e di tradizione top per chi svolge l’attività da almeno 75 anni.

Guarda il video completo dell’evento “La Locomotiva: che fine farà il sistema ferroviario lombardo?” che ho organizzato a Mantova, con la partecipazione del Sindaco Mattia Palazzi e dei colleghi consiglieri regionali Matteo Piloni e Pietro Bussolati. GUARDA IL VIDEO
Alcuni scatti dalle iniziative delle ultime settimane e dai lavori delle Commissioni.
Continuate a scrivermi e inviarmi le vostre segnalazioni dal territorio!
Un caro saluto,
Antonella
Share: