Vaccino contro la meningite: in Lombardia può essere un’impresa

Vaccino contro la meningite: in Lombardia può essere un’impresa

Vaccinarsi è importante, ma vaccinarsi contro la meningite oggi in Lombardia è diventato un serio problema. 

Il vaccino contro la meningite B in Regione Lombardia, infatti, può essere un’impresa a causa dei tempi di attesa troppo lunghi: a Milano e Pavia agende chiuse fino al 2020.

E’ un problema per i cittadini che ne vogliono fare richiesta e per tutti i bambini che non hanno l’obbligatorietà perché nati prima del 2017.

Per questo abbiamo interrogato l’Assessore Gallera per capire cosa intende fare per risolvere quello che è un disservizio per tutta la popolazione lombarda.

L’Assessore si è preso l’impegno di convocare a breve un tavolo con i medici di medicina generale e i pediatri per far fronte a quella che è diventata un’emergenza e, quindi, cercare con loro una soluzione in modo che possano mettersi a disposizione, da subito, delle varie ATS e le aiutino a vaccinare chi oggi ne fa richiesta.

GUARDA IL VIDEO:

Oggi vaccinarsi contro la Meningite B in Regione Lombardia può essere un'impresa a causa dei tempi di attesa troppo lunghi: a Milano e Pavia agende chiuse fino al 2020. L'assessore Gallera ci ha promesso in aula che convocherà un tavolo per risolvere le criticità. Antonella Forattini

Pubblicato da Gruppo PD Lombardia su Martedì 9 ottobre 2018

Share: